Logo

Il Cinema incontra lo Sport – 15 novembre / 13 dicembre Ambrosio Cinecafè

by / Commenti disabilitati su Il Cinema incontra lo Sport – 15 novembre / 13 dicembre Ambrosio Cinecafè / 12 View / 6 novembre 2017

IL CINEMA INCONTRA LO SPORT
15 novembre – 13 dicembre 2017 ore 9.30
Ambrosio Cinecafè, Corso Vittorio Emanuele II 52 – Torino

Agiscuola, con il contributo della Regione Piemonte – Assessorato allo Sport e la collaborazione dell’Esercito Italiano, propone agli studenti degli Istituti Scolastici di I° e II° una mini rassegna cinematografica sul tema dello sport e della cultura sportiva. Il 15 novembre e il 13 dicembre alle 9.30, presso l’Ambrosio Cinecafè di Torino, oltre 800 studenti assisteranno alle proiezioni gratuite dei film Eddie the eagle – il coraggio della follia di Dexter Fletcher e Race – il colore della vittoria di Stephen Hopkins.
I film selezionati hanno l’obiettivo di veicolare i messaggi educativi dello sport e di affrontare temi importanti come l’amicizia, la lealtà, il lavoro di squadra, l’impegno, il rispetto e il riscatto sociale. Al fine di coinvolgere maggiormente i partecipanti ai due appuntamenti, al termine delle due proiezioni, seguirà un incontro con atleti, allenatori e organizzatori appartenenti all’Esercito Italiano e un’atleta paralimpico.

“La proposta – spiega l’Assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris, che modererà entrambi gli incontri – parte dal presupposto che la visione cinematografica è un’esperienza coinvolgente, che consente agli spettatori di identificarsi con i protagonisti del film proposto sul grande schermo e li stimola ad apprendere nuovi approcci e schemi di comportamento. Proiettare film che veicolino i messaggi educativi dello sport contribuisce a diffondere tra gli studenti temi importanti quali l’amicizia, la lealtà, il lavoro di squadra, l’impegno, il rispetto per sé e per gli altri, il riscatto sociale, il mettersi in gioco, rappresentando un efficace strumento di crescita di un sano protagonismo e di contrasto ai fenomeni del disagio e della devianza giovanile”.
mercoledì 15 novembre 2017 ore 9.30 – 13.00
Ambrosio Cinecafè (Corso Vittorio Emanuele II, 52 – Torino)
> ore 9.30 > proiezione EDDIE THE EAGLE – IL CORAGGIO DELLA FOLLIA di Dexter Fletcher
> ore 11.30 > incontrano gli studenti il 1° Maresciallo Giuseppe De Venuto, Caporal Maggiore Scelto Daniela Graglia. Modera l’incontro l’Assessore Regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris
Secondo Francesco Alò de Il Messaggero Eddie “The Eagle” Edwards meritava un film così. Folle e irresistibile come lui. Ispirato alla storia vera di Michael “Eddie” Edwards, il primo atleta del Regno Unito a partecipare alle olimpiadi invernali nel salto con gli sci, Eddie The Eagle celebra la forza d’animo e la resistenza di fronte a sfide straordinarie. Si parla di sogni, di credere in sé stessi, dello sport nella sua accezione più pura. Il piccolo Eddie, nonostante i suoi problemi fisici e i genitori che continuamente si oppongono, coltiva il sogno di gareggiare nella più prestigiosa delle competizioni, le Olimpiadi. Con grande determinazione, superando ostacoli e sconfitte riesce nella sua impresa entrando a tutti gli effetti nella storia sportiva mondiale.

1° Maresciallo Giuseppe DE VENUTO
Entrato nell’Esercito nel 1985, dal 2010 è insegnante Aggiunto di Educazione Fisica presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito. Egli è anche Tecnico della Federazione Italiana Nuoto (FIN) come allenatore di nuoto e nuoto per salvamento, tecnico di pallanuoto e maestro di salvamento. Tecnico FIN responsabile, per gli anni 2016/2017, delle categorie under 15 e under 17, maschili e femminili, che rappresentano il Piemonte al trofeo delle Regioni Nazionali di Pallanuoto. Preparatore Atletico Sportivo e qualificato “Project Management” per la progettazione di grossi eventi sportivi. È stato inoltre Insignito del distintivo dello sport per i titoli nazionali con l’Esercito, ottenuti nel Triathlon che nell’ Orienteering.

Caporal Maggiore Scelto Daniela GRAGLIA
Istruttrice di Educazione Fisica presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito dal 2011, inizia la carriera sportiva all’età di 17 anni in forza all’atletica Fossano per poi passare al CUS Torino nel 1999. Dal 1999 al 2001 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney 2000 con la squadra italiana sulla staffetta 4×400, che si classificò undicesima nella classifica generale. Nel 2001 è stata semifinalista ai Mondiali indoor di Lisbona sulla distanza dei 60 metri piani. Passate alla SAI Assicura Progetto Atletica, ha partecipato come semifinalista agli Europei outdoor di Monaco 2002 e ha conquistato la medaglia di bronzo in Coppa Europa ad Annecy sempre nel 2002. Entrata a far parte del Gruppo Sportivo Esercito nel 2006, nello stesso anno ha partecipato alla Coppa Europa a Praga, conquistando un argento e un bronzo nelle due staffette veloci (4×100 e 4×400.). Nella sua carriera è stata 20 volte campionessa italiana assoluta nelle varie discipline della velocità. È tuttora Record Woman italiana sulla distanza degli 80 metri piani outdoor. È insignita con il distintivo dello sport per i titoli nazionali con l’Esercito ottenuti con l’atletica leggera.

mercoledì 13 dicembre 2017 ore 9.30 – 13.00
Ambrosio Cinecafè (Corso Vittorio Emanuele II, 52 – Torino)
> ore 9.30 > proiezione RACE – IL COLORE DELLA VITTORIA di Stephen Hopkins
> ore 12.00 > incontrano gli studenti il Colonnello Alessandro Albamonte e Ivan Gallino.
Race – Il colore della Vittoria racconta la storia di Jesse Owens, l’atleta vincitore di quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi di Berlino del 1936, attraverso la voce di sua figlia Marlene. Ambientato tra Berlino e Montreal, Race rivela al mondo la versione del suo protagonista, che in vita non fu mai ricevuto alla Casa Bianca dall’allora presidente americano Franklin Delano Roosevelt, timoroso della reazione che avrebbero avuto gli Stati del Sud in piena campagna elettorale. Nato e cresciuto nell’America della grande depressione, permeata dal razzismo, Owens divenne leggenda nel 1936, quando, nello stadio Olimpico di Berlino vinse i 100 metri, il 3 agosto, il salto in lungo, il giorno dopo, i 200 metri il 5 agosto e, il 9 agosto, la staffetta 4×100. Quattro medaglie d’oro che sconvolsero l’opinione pubblica, annebbiata dal mito della supremazia della “razza ariana”.

Colonnello Alessandro ALBAMONTE
Ufficiale di carriera, rimasto ferito nel proprio ufficio per l’apertura di un plico esplosivo, è divenuto disabile sensoriale (ipo-vedente). Rientrato in servizio ha aderito al progetto del Gruppo Sportivo Paraolimpico della Difesa che riunisce feriti ed incidentati delle 4 Forze Armate, orientandoli alla pratica sportiva quale utile strumento riabilitativo. La scoperta della disabilità è stata valorizzata, ulteriormente, da un impegno sportivo mai abbandonato né prima né in seguito all’incidente, che gli ha consentito tutt’oggi di continuare a servire il Paese, seppur in una veste differente e, forse, inedita per l’immaginario collettivo. In tale quadro, ad esempio, nel 2014, ha rappresentato l’Italia con la delegazione nazionale che ha partecipato agli Invictus Games di Londra, manifestazione sportiva internazionale dedicata al personale militare ferito in servizio, gareggiando in indoor rowing.

Ivan GALLINO
Ivan Gallino, oggi lavoratore autonomo, con un passato da atleta. A partire dal 2006/2007 è entrato a far parte della squadra di serie “A” diversamente abili di Sledge Hockey, successivamente convocato e selezionato per la Nazionale Italiana. Partecipa con l’Italia ai Campionati Europei nel 2007/2008. Vari eventi internazionali ancora sino al 2009 quando ha deciso di abbandonare l’agonismo per creare una famiglia. Oggi di nuovo e ancora nel mondo dello sport con l’handbike, e prossimo a decisioni importanti dopo recenti proposte di convocazione nella Nazionale Italiana di Sci Nordico.