Logo

L’AGIS combatte il secondary ticketing

by / Commenti disabilitati su L’AGIS combatte il secondary ticketing / 11 View / 27 giugno 2019

Oggi a Roma Carlo Fontana, Presidente dell’Associazione generale italiana dello Spettacolo (AGIS), e Vincenzo Spera, Presidente di Assomusica, hanno espresso il loro pensiero riguardo al secondary ticketing, una pratica tristemente legale nella quale vengono rivenduti online i biglietti di eventi e spettacoli ad un prezzo percentualmente maggiorato, arrivando anche a soglie del 1000%, a discapito della passione per gli eventi.
Già in passato si è cercato di risolvere questo problema vietando l’uso dei Bot, o obbligando a scrivere sopra il biglietto il nominativo dell’acquirente, ma ciò non sembra aver arginato il fenomeno.

Fontana e Pera ribadiscono la loro ferma condanna a tale fenomeno, e la piena disponibilità ad individuare tutti gli strumenti utili a combatterlo.
“Per combattere, giustamente e doverosamente, questi meccanismi fraudolenti, non si possono e non si devono creare difficoltà agli organizzatori degli eventi o ai numerosissimi spettatori, in particolare giovani, che dovrebbero, al contrario, essere incentivati ad avvicinarsi a tutte le espressioni culturali e di spettacolo. A causa dell’introduzione di questa norma, infatti, diventano particolarmente difficoltosi i controlli per l’accesso e per cambiare il nominativo sul biglietto bisogna espletare una procedura farraginosa. […] Chiediamo, quindi, ai rappresentanti istituzionali di intervenire nel più breve tempo possibile, correggendo questa stortura ed individuando delle norme più efficaci per il contrasto al secondary ticketing“.