Logo

L’ESERCIZIO CINEMATOGRAFICO: “A VENEZIA UN CINEMA IN OTTIMA FORMA”

by / Commenti disabilitati su L’ESERCIZIO CINEMATOGRAFICO: “A VENEZIA UN CINEMA IN OTTIMA FORMA” / 3 View / 10 settembre 2019

comunicato stampa 9 settembre 2019

ANEC, ACEC, FICE commentano positivamente il verdetto della giuria, che premia le opere più apprezzate da pubblico e critica

“Un verdetto esemplare in una Mostra che ha sottolineato l’ottimo stato di salute del cinema internazionale”. Così Mario Lorini, presidente dell’Associazione Nazionale Esercenti Cinema (ANEC), ha commentato l’esito del concorso veneziano, che ha visto la giuria presieduta da Lucrecia Martel assegnare il Leone d’oro a Joker di Todd Philips, il Gran Premio Speciale a L’ufficiale e la spia – J’accuse di Roman Polanski e, tra gli altri premi, la Coppa Volpi per l’interpretazione maschile a Luca Marinelli per Martin Eden. “Abbiamo salutato con piacere il ritorno di autori affermati, apprezzato talenti emergenti e  documentari di ottima fattura, certi che le sale cinematografiche di tutto il mondo potranno contare nei prossimi mesi su opere variegate e di elevata qualità per contenuti, generi e stili”, ha affermato.

Il presidente della Federazione Italiana Cinema d’Essai, Domenico Dinoia, aggiunge: “Siamo lieti che la Mostra di Venezia si confermi come uno dei più prestigiosi festival nel rappresentare le tante anime del cinema d’autore, anche quelle rivolte a un più ampio pubblico, e che la giuria della 76^ edizione abbia assicurato il dovuto apprezzamento alle opere più meritevoli”. Il presidente dell’Associazione Cattolica Esercenti Cinema (ACEC), don Adriano Bianchi, ha commentato: “Il cinema visto alla Mostra è agganciato fortemente alla realtà e tenta di rispondere ai temi sociali: lo dimostra l’ampia partecipazione degli accreditati dal settore delle Sale della comunità e dei circoli del cinema in ambito ecclesiale”.

“Il mercato cinematografico”, conclude Mario Lorini assieme al presidente onorario Carlo Bernaschi, “sta vivendo una fase particolarmente positiva – come i risultati della stagione estiva e della promozione Moviement stanno dimostrando e come proseguirà nei prossimi mesi con un listino di titoli dal grande potenziale – anche grazie all’impegno costante e all’unità di visione di tutti i componenti dell’industria; i festival rappresentano un momento di riflessione e di approfondimento e un anello importante per la visione collettiva su grande schermo delle opere che dal concorso e dalle sezioni collaterali traggono visibilità e onori”.